Il presidente Joe Biden annuncia un piano per migliorare le infrastrutture basato sulle tasse aziendali

Il presidente degli Stati Uniti ha annunciato di voler destinare una percentuale considerevole di risorse finanziarie per migliorare le infrastrutture statunitensi. Il presidente ha delineato un piano da 2,3 trilioni di dollari, che spera di raggiungere alzando l'imposta sulle società al 28%.

Il nuovo piano del presidente Biden

Tuttavia, un tale piano potrebbe essere minato dalla resistenza della comunità imprenditoriale, così come un ostacolo a lavorare con i legislatori del GOP.

La proposta offre più di 620 miliardi per tutti i tipi di infrastrutture: ponti, strade, stazioni di ricarica per auto elettriche e molto altro. Uno degli obiettivi di questo progetto è quello di allontanare ulteriormente il paese dall'uso del combustibile convenzionale e verso le auto elettroniche; poiché il primo è già considerato una tecnologia sempre più obsoleta.

Economia per la rinascita di questi settori

Un importo simile verrebbe investito per espandere la banda larga di internet, aggiornare la rete elettrica del paese, migliorare il sistema fognario e sostituire i tubi dell'acqua in piombo. Il presidente degli Stati Uniti ha detto che il piano finanziario comporterà il più grande investimento nel paese dalla seconda guerra mondiale, in particolare nel settore della creazione di posti di lavoro.

Va notato che questa proposta è ancora all'esame del Congresso e che il presidente sta aspettando la sua approvazione per attuarla.

Il piano del presidente americano è diviso in quattro blocchi: il primo stanzia 620 milioni di dollari per investire in 32.000 km di strade. Il secondo blocco fornisce 650.000 milioni di dollari per la banda larga, l'acqua pulita, l'elettricità e il miglioramento delle abitazioni. Mentre 400.000 milioni di dollari sarebbero destinati all'assunzione di personale per l'assistenza e la cura degli anziani nel terzo blocco. E nell'ultimo blocco, 580 miliardi di dollari sono stati programmati per la ricerca, lo sviluppo, la formazione e la produzione.